Accesso al Darknet / Dark Web

Accesso al Darknet / Dark Web

Di: Ofir Beigel | Ultimo aggiornamento: 1/9/21

Presumo che tu abbia già sentito i termini Darknet, Dark web o Deep web. Se non l’hai fatto, questo ti lascerà a bocca aperta. Se lo hai fatto, probabilmente ti starai chiedendo come si può accedere a questi angoli nascosti di Internet.

Come accedere al riepilogo Darknet

Ecco cosa devi fare per accedere alla darknet:

  1. Scarica TOR
  2. Usa una VPN per maggiore anonimato (opzionale)
  3. Naviga nel Darknet tramite motori di ricerca come DuckDuckGO o directory

Ecco come accedere al Darknet in poche parole. Se vuoi la versione dettagliata (e super interessante) della storia, continua a leggere. Ecco cosa tratterò:

  1. Darknet / Dark web vs Deep Web
  2. La rete TOR
  3. Navigando attraverso la Darknet
  4. Il ruolo di Bitcoin nella Darknet
  5. Misure di sicurezza aggiuntive: utilizzo di una VPN
  6. A Taste of the Darknet
  7. La guida video di 2 minuti per l’accesso alla Darknet
  8. Misure di sicurezza importanti
  9. Conclusione: una parola di avvertimento

Prima di continuare a leggere

Questo probabilmente sarà uno dei post più lunghi che ho scritto su 99Bitcoins, ma anche il più interessante di tutti. Se vuoi solo andare avanti e imparare come accedere alla Darknet, puoi saltare alla fine del post e guardare il video tutorial.

Ma ecco l’affare:

Non puoi fare molto intorno al Darknet senza comprenderne le basi sottostanti, quindi potresti voler restare per l’intero post. Ti prometto che non rimarrai deluso …

1. Darknet / Dark Web VS. Il Deep web

La maggior parte delle persone si confonde tra il Deep Web e il Darknet (o Dark Web). Il Deep Web si riferisce a tutte le parti di Internet che i motori di ricerca non riescono a trovare. Può trattarsi di qualsiasi cosa, da archivi accademici protetti, database di biblioteche, siti web per soli membri e fino al Darknet di cui parlerò a breve.

Ma prendi questo:

Il deep web è presumibilmente 100 volte più grande di quello che è noto come “surface web”, che è ciò che tu ed io navighiamo attraverso motori di ricerca come Google, Yahoo! e Bing. La maggior parte del deep web non è male in alcun modo, è solo contenuto bloccato dai motori di ricerca per motivi di sicurezza.

Ci sono alcuni motori di ricerca nel deep web che ti permettono di esplorarne alcuni, puoi trovarli un elenco completo di loro qui. Ma ecco la parte interessante del deep web:

Il Darknet.

Una parte di Internet che non è affatto accessibile tramite i motori di ricerca e anche molto di più. È un Internet anonimo. Sulla Darknet nessuno conosce la tua identità e nessuno sa chi c’è dietro un sito web.

È qui che le persone vanno a cercare cose quando non vogliono essere trovate. Sembra inquietante? È…

Ma anche il Darknet non è del tutto cattivo. Gran parte di essi sono solo normali forum, blog, saggi, ecc. A causa della protezione offerta dalla Darknet e dai suoi servizi nascosti, gli attivisti nei regimi oppressivi sono liberi di scambiarsi idee e organizzarsi.

E poi ci sono le cose brutte: assassini a contratto, pornografia infantile, droghe e altre cose brutte che condividono gli stessi vantaggi dell’anonimato dei buoni siti.


2. La rete TOR

Esistono diverse “reti per la privacy”, tutte composte da singoli computer che consentono loro di creare un “web decentralizzato”. Esistono molte reti di privacy diverse, tuttavia, in questo post ci concentreremo solo su quella più popolare: la rete TOR.

I siti Web della rete TOR sono noti come Servizi TOR o servizi nascosti. Poiché TOR e il Deep web non sono indicizzati dai motori di ricerca, puoi trovarli solo attraverso le directory.

Per accedere alla rete Tor, devi rimanere anonimo. Questa non è una richiesta, è un prerequisito e questo viene fatto tramite uno speciale browser web chiamato, sorprendentemente, TOR.

TOR sta per “The Onion Router”, prende il nome dal fatto che per rivelare l’utente principale del browser dovrai staccare molti strati, proprio come una cipolla.

Puoi usare TOR per navigare nel web pedonale (l’Internet di tutti i giorni che tu e io conosciamo e amiamo) in modo anonimo, oppure puoi usarlo per accedere alla Darknet.

Ecco l’accordo:

Quando accedi a Internet pedonale, stai comunicando direttamente con i siti web. Ma quando accedi a un sito web tramite TOR è come chiedere a un altro utente di chiedere a un altro utente di chiedere a un altro utente di recuperare le informazioni della pagina web per te.

Questa è, ovviamente, una spiegazione estremamente semplificata, ma l’idea generale è che le comunicazioni rimbalzino su molti computer diversi, il che rende molto difficile tracciare chi sta effettivamente visualizzando un sito Web, inviando un’e-mail o eseguendo qualsiasi altra azione.

Rende anche la connessione a Internet estremamente lenta, ma per ora ecco cosa devi sapere su TOR:

È un browser da scaricare gratuitamente, puoi ottenerlo qui. Il browser è basato sul codice open source del browser Firefox, quindi è piuttosto intuitivo. Una volta scaricato e avviato, ti connetterà alla rete TOR e sei a posto.

La rete TOR è stata inizialmente creata dalle forze armate statunitensi per comunicare in modo anonimo. Scaricano ancora i file del governo – non aperti al pubblico in generale – sulla Darknet. Dal momento che gli stessi governi federali e altri stanno usando la Darknet, non ritengono possibile ordinare a TOR di chiuderla.

3. Navigare attraverso il Darknet / Dark Web

In superficie, c’è solo una grande differenza tra la navigazione nel Darknet e la navigazione nel Web “normale”: gli URL non assomigliano a qualcosa che puoi effettivamente leggere. Sono stringhe casuali di caratteri seguite dall’estensione “.onion”.

Ad esempio, se avvii TOR e vai a questo URL: http://3g2upl4pq6kufc4m.onion/ raggiungerai il motore di ricerca di DuckDuckGo sulla rete TOR.

DuckDuckgo è un motore di ricerca che enfatizza la protezione della privacy degli utenti ed evita il filtro a bolle dei risultati di ricerca personalizzati. Se provi ad accedere allo stesso URL, ad esempio tramite Chrome, non ti sarà consentito visualizzarlo.

Una delle principali risorse per navigare attraverso i siti web sulla Darknet è attraverso le directory.

TheHiddenWiki è un esempio di directory di un sito Web TOR a cui è possibile accedere anche tramite un normale browser. Tieni presente che alcuni siti sono già stati portati offline, quindi non tutti funzioneranno.

Questo è l’URL di HiddenWiki sulla rete TOR: http://zqktlwi4fecvo6ri.onion/wiki/index.php/Main_Page.

Poiché mantenere la tua connessione anonima richiede il rimbalzo intorno alla connessione, noterai che la navigazione su TOR è estremamente lenta rispetto alla normale navigazione. Immagino che sia anche il motivo per cui la maggior parte dei siti web sembra essere stata progettata negli anni ’90.

È anche meglio.

Poiché a volte i siti web sono ospitati su personal computer, è assolutamente possibile che tu non sia in grado di accedere a un sito poiché il computer è appena spento.

Altri siti richiedono misure di sicurezza aggiuntive e consentono l’accesso solo a utenti specifici. Ricorda, questo è un universo completamente diverso di cui non sai nulla, e l’intera esperienza è un po ‘come viaggiare indietro nel tempo.


4. Il ruolo di Bitcoin nel Darknet / Dark Web

Bitcoin gioca un ruolo importante in tutta la Darknet. Poiché rimanere anonimi è fondamentale, Bitcoin è una delle poche valute con cui puoi pagare.

A differenza del “normale” web, quasi tutti gli altri siti web sul Darknet hanno il segno “Bitcoin accettato” visualizzato su di esso. A causa della natura pseudo-anonima di Bitcoin, è la valuta perfetta per alimentare un tale ecosistema.

Questo si può dire anche di altre criptovalute. Recentemente, è stato detto che molti utenti Darknet stanno passando a Monero poiché è una moneta privata al 100% (a differenza di Bitcoin).

Le criptovalute e le “reti di privacy” come TOR hanno in realtà molto in comune. Entrambi richiedono una rete di computer individuali per funzionare, a differenza di un server principale. Questo è chiamato “calcolo distribuito” e i computer sono chiamati nodi.

Il problema si verifica quando le persone non sono incentivate a gestire i nodi, il che può comportare una rete lenta e inaffidabile. La rete Bitcoin, ad esempio, incentiva i miner a mantenere la rete, ma i singoli nodi non ottengono ancora alcun premio e questo può causare problemi.

5. Protezione aggiuntiva: utilizzo di una VPN

Sebbene nessuno conosca la tua identità quando usi TOR, ad alcune persone piace aggiungere un ulteriore livello di protezione e connettersi a TOR tramite una rete privata virtuale (VPN). Il motivo è che anche se sei anonimo, puoi comunque essere identificato come utente TOR per “qualcosa”.

Ecco la brutta verità:

Wired ha pubblicato un articolo nel 2014 chiamato “Utilizzare i servizi di privacy? Probabilmente la NSA ti sta seguendo“Che spiega come la NSA tagga le persone che sono state identificate come utenti TOR.

L’uso di una VPN ti consente di connetterti a Internet tramite un server remoto che si trova fuori dal paese e quindi è impossibile da tracciare.


6. Un assaggio del Darknet / Dark Web

Sono praticamente un n00b per il Darknet. Ho aperto HiddenWiki e ho cercato di scegliere i siti più interessanti che ho trovato. Poiché questo post confina già con contenuti appropriati all’età, non collegherò a siti web reali, cercherò solo di condividere la mia esperienza.

Posso classificare la mia esperienza come un mix tra il bene e il male. La parte buona era navigare in siti web che parlavano di libertà di parola, scambio di idee e raggruppamento di persone per cause comuni. Ecco un esempio di citazione da un sito web chiamato Alpha-7-Bravo (http://opnju4nyz7wbypme.onion):

“Questa è Lexington Green. Usa questo spazio per la discussione e il coordinamento di attività come raduni, marce di protesta, ecc … Eventuali post che incitano alla violenza o tattiche terroristiche saranno rimossi “.

D’altra parte, hai siti che vendono passaporti e carte d’identità falsi per diversi paesi, ti consentono di acquistare armi e munizioni e persino (e cito) rovinare la vita di qualcuno facendoli arrestare tramite l’hacking.

Le contraddizioni sono molto comuni intorno alla Darknet, poiché puoi trovare esperti di sicurezza e hacker criminali sullo stesso forum di discussione che si scambiano idee.

Tieni presente che non sono solo terroristi e criminali che abitano la Darknet, ma anche agenti governativi e forze dell’ordine. Quindi preparati per un giro se hai intenzione di esplorarlo da solo.

7. La guida in 2 minuti per accedere al Darknet / Dark Web

Se sei interessato solo ad accedere rapidamente alla Darknet, ecco come puoi farlo:

  1. Scarica TOR
  2. Usa una VPN per aumentare l’anonimato (opzionale)
  3. Naviga nel Darknet tramite motori di ricerca come DuckDuckGO o directory


8. Importanti passaggi di sicurezza da tenere a mente

  1. Disattiva gli script in esecuzione nelle opzioni TOR (fai clic sul pulsante appena prima della barra degli indirizzi). Questo perché la maggior parte dei siti in Darknet sono di natura criminale. Se atterri su uno, potrebbero voler rintracciarti. Gli script creati utilizzando JavaScript possono essere pericolosi se riescono a memorizzare qualcosa sul tuo computer e gli hacker potrebbero usarli per fare proprio questo.
  2. Pensaci due volte prima di fare clic su qualsiasi collegamento poiché non sai chi gestisce il sito Web e dove porta uno di questi collegamenti. Utilizza solo directory note per raggiungere destinazioni autenticate.
  3. NON SCARICARE NULLA SUL TUO COMPUTER. Nessun BitTorrent e nessun download in quanto potrebbero rivelare il tuo IP effettivo durante l’archiviazione delle cose sul tuo computer.

9. Conclusione: una parola di avvertimento

Questo post è stato scritto solo a scopo didattico. Se desideri utilizzare la Darknet, fallo a tua discrezione ea tuo rischio. Assicurati di essere consapevole delle conseguenze che potrebbero seguire.

Credo che l’informazione sia una cosa meravigliosa e che Internet ci permetta di esplorare molti posti meravigliosi, ma anche molti oscuri. Stai al sicuro e assicurati sempre di usare il buon senso.

Se hai esperienze interessanti che vorresti condividere dai tuoi viaggi attraverso il Deep o Dark Web, mi piacerebbe ascoltarle nella sezione commenti qui sotto.

Fonti e letture aggiuntive:

Come accedere al deep web o Darknet

Una guida per principianti all’esplorazione del Darknet

Darknet o Deepnet

“>

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me