Antonopoulos lascia la Bitcoin Foundation per Mgmt. Problemi

Informatico e di primo piano Bitcoin l’avvocato Andreas Antonopoulos si è dimesso dalla Bitcoin Foundation per la “totale mancanza di trasparenza” del gruppo, secondo il suo feed Twitter. Antonopoulos si era già dimesso dal comitato anti-povertà della Fondazione due settimane fa, e gli eventi recenti hanno spinto Antonopoulos a recidere il resto dei suoi legami con il gruppo. Non ha più “nemmeno la più piccola associazione” con la Bitcoin Foundation.

La Bitcoin Foundation è un gruppo di addetti ai lavori del settore con gli obiettivi dichiarati di finanziare l’infrastruttura Bitcoin e promuoverla al pubblico. Questo è in parte il motivo per cui la Fondazione ha realizzato oltre $ 350.000 dalle quote di iscrizione solo lo scorso anno – dozzine di startup legate a Bitcoin e centinaia di membri paganti pensano che stiano effettivamente aiutando a migliorare Bitcoin attraverso la Fondazione.

Tuttavia, la Bitcoin Foundation è stata criticata in passato per aver fatto davvero poco per finanziare l’infrastruttura principale di Bitcoin. Lo sviluppatore Mike Hearn ha detto che la Fondazione paga solo tre persone per lavorare sul codice di base di Bitcoin e che l’infrastruttura sottostante è “radicalmente sottofinanziata”. Se è davvero così, quali sono le centinaia di membri paganti che escono effettivamente dalla Bitcoin Foundation?

Costosi sforzi di lobbismo

Parte della risposta potrebbe risiedere Notizie recenti che il Consiglio di amministrazione di Bitcoin Foundation ha deciso di assumere la principale società di lobbying Thorsen French Advocacy per promuovere l’agenda del gruppo a Washington, D.C. Gli altri clienti dell’azienda includono Sprint, Western Union, Comcast NBC Universal e il più grande gruppo di lobbying farmaceutico negli Stati Uniti. Ciò suggerirebbe che Thorsen French Advocacy ha molto successo nell’ottenere una legislazione favorevole approvata per i propri clienti.

Tuttavia, significa anche che Thorsen French Advocacy addebita una forte tassa per il loro lavoro. Dopotutto, ingrassare gli ingranaggi della macchina politica statunitense non costa poco di questi tempi, specialmente quando viene fatto dagli addetti ai lavori di Washington Alec French e Carl Thorsen. Secondo il sito web dell’azienda, Il francese ha svolto un “ruolo chiave” nell’approvazione del Digital Millenium Copyright Act (DMCA) nel 1998, una legge che è stata controversa utilizzata per imporre sanzioni eccessive e irragionevoli contro i file-sharing.

Alec FrenchAlec French in piedi a Washington, D.C. Foto di Kent Eanes via thorsen-french.com

Thorsen, d’altra parte, in precedenza ha lavorato come consulente legale per l’amministrazione Bush e ha contribuito a promuovere la sua agenda al Congresso. Il procuratore generale John Ashcroft ha elogiato Thorsen per i suoi sforzi per contribuire a far passare lo USA Patriot Act del 2001, una legge che è stata successivamente utilizzata come base legale per misure di sorveglianza draconiane negli Stati Uniti. Durante il 2004, Thorsen ha lavorato in Iraq come consulente senior per funzionari militari della coalizione incaricati di addestrare una nuova forza di polizia irachena – un lavoro che è fallito in modo spettacolare considerando i recenti eventi in quel paese.

Alec French e Carl Thorsen hanno unito le forze nel 2010 per creare Thorsen French Advocacy, una società di lobbying del settore privato che vanta legami profondi e intricati con i politici di Capitol Hill. Ottenere questo tipo di accesso non è economico, soprattutto nell’era delle donazioni aziendali illimitate. Solo nel 2013, Thorsen French Advocacy ha guadagnato quasi 3 milioni di dollari dal suo lavoro facendo pressioni sul Congresso per conto di società e gruppi di interesse speciale.

Thorsen French AdvocacyThorsen French Advocacy ha guadagnato quasi $ 3 milioni per il suo lavoro di lobbying nel 2013. via OpenSecrets.org

#Crypto ExchangeBenefits

1

Binance
Best exchange


VISIT SITE
  • ? The worlds biggest bitcoin exchange and altcoin crypto exchange in the world by volume.
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

2

Coinbase
Ideal for newbies


Visit SITE
  • Coinbase is the largest U.S.-based cryptocurrency exchange, trading more than 30 cryptocurrencies.
  • Very high liquidity
  • Extremely simple user interface

3

eToro
Crypto + Trading

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

In particolare, alcuni dei clienti più pagati includono gruppi che utilizzano la legge sul copyright per infliggere una notevole violenza agli utenti finali sotto forma di costose cause legali. L’elenco include anche Comcast, che attualmente sta tentando di creare un monopolio delle comunicazioni fondendosi con Time Warner. Una mossa così palesemente anti-consumatore è possibile solo quando la macchina politica è ingrassata con i dollari di Comcast – $ 320.000 per essere precisi, e questo è solo attraverso Thorsen French Advocacy.

Non sappiamo quanto la Bitcoin Foundation stia pagando Thorsen French Advocacy, ma alla fine verrà rivelato da OpenSecrets tramite l’Ufficio dei registri pubblici del Senato. Fino ad allora, possiamo almeno sperare che la Fondazione stia pagando più degli 80.000 dollari di Western Union, una società il cui modello di business è direttamente minacciato dalle basse commissioni di transazione di Bitcoin. L’influenza sugli acquisti a Washington è quasi inutile se un concorrente paga più di te, ed è anche peggio se è attraverso la stessa società di lobbismo.

Vere priorità

Ovviamente, tutto ciò presuppone che fare pressioni sui politici sia un esercizio utile ed etico in primo luogo, un presupposto che viene negato con veemenza da molti nella comunità Bitcoin che attribuiscono a valori libertari. Credono che la Bitcoin Foundation stia commettendo un errore contattando politici e regolatori e che una valuta digitale decentralizzata come Bitcoin possa prosperare da sola senza l’interferenza del governo.

Indipendentemente dalle motivazioni politiche alla base degli sforzi di lobbying, possiamo tranquillamente affermare che tali sforzi sono scandalosamente costosi, indipendentemente dal fatto che abbiano o meno gli effetti legislativi previsti. Come visto sopra, la maggior parte dei pagamenti del 2013 a Thorsen French Advocacy è stata ben superiore a $ 100.000. Se questi esempi sono un’indicazione di quanto la Bitcoin Foundation ha pagato per questo particolare marchio di influenza politica, allora è solo un’ulteriore prova che la Fondazione è più concentrata sull’approvazione politica che sul miglioramento del codice di base del Bitcoin stesso.

#CRYPTO BROKERSBenefits

1

eToro
Best Crypto Broker

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

2

Binance
Cryptocurrency Trading


VISIT SITE
  • ? Your new Favorite App for Cryptocurrency Trading. Buy, sell and trade cryptocurrency on the go
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

#BITCOIN CASINOBenefits

1

Bitstarz
Best Crypto Casino

VISIT SITE
  • 2 BTC + 180 free spins First deposit bonus is 152% up to 2 BTC
  • Accepts both fiat currencies and cryptocurrencies

2

Bitcoincasino.io
Fast money transfers


VISIT SITE
  • Six supported cryptocurrencies.
  • 100% up to 0.1 BTC for the first
  • 50% up to 0.1 BTC for the second

Ciò risale alle critiche originali di Mike Hearn alla Fondazione, ed è anche probabilmente una parte del motivo per cui Andreas Antonopoulos si è dimesso dalla sua posizione. La Bitcoin Foundation – che è una “fondazione” per Bitcoin, la tecnologia, solo di nome – ha semplicemente le sue priorità all’indietro. Ha concentrato la maggior parte dei suoi sforzi e della sua forza finanziaria nell’ottenere l’approvazione debole e instabile delle autorità di regolamentazione del governo, e probabilmente a un costo estremo. Molti nella comunità Bitcoin credono che tali fondi sarebbero meglio spesi per migliorare la tecnologia stessa, piuttosto che cercare di convincere il governo a sostenerla.

Resta da vedere se più membri lasceranno la Bitcoin Foundation per tali questioni, ma sono già stati messi in atto nuovi modelli di finanziamento per migliorare l’infrastruttura principale senza l’aiuto della Fondazione. L’esempio più importante è Lighthouse, che ha fatto guadagnare a Mike Hearn un Ricompensa di $ 40.000 dal ricco imprenditore Olivier Janssens. Se tali strutture di finanziamento decentralizzate possono migliorare da sole il codice principale di Bitcoin, forse possiamo lasciare che la Bitcoin Foundation svanisca nell’irrilevanza.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me