Bitcoin non supera il “cash test” ed è considerato una merce in Finlandia

Helsinki, FinlandiaHelsinki, Finlandia

La banca centrale finlandese considera il Bitcoin una merce. La notizia è stata rivelata dall’autorità dopo la moneta digitale non ha soddisfatto le definizioni di valuta e forma di pagamento elettronico. Tuttavia, la Scandinavia non è l’unica regione con novità normative, poiché Italia e Israele hanno recentemente parlato (o meno) di criptovaluta.

Bitcoin sta attraversando una fase piuttosto positiva, con le grandi imprese che aprono le braccia ai pagamenti digitali e il miglioramento della visione di alcune nazioni riguardo alla moneta virtuale. La Francia, che ha tenuto un’audizione fruttuosa la scorsa settimana, e la Cina, la cui banca centrale ha annunciato che non sta sopprimendo o vietando Bitcoin, sono due ottimi esempi. E ora è tempo che la Finlandia metta le cose in chiaro, soprattutto tenendo conto che il paese ospita una popolazione attiva di Bitcoin e uno dei primi bancomat in Europa.

800px-Bitcoin_-challenge_coin-In realtà, un finlandese su dieci ha ritenuto di essere interessato a investire in Bitcoin, secondo a sondaggio supportato dall’agente di cambio Nordnet AB. Gli uomini presentano il tasso di interesse più alto, con il 17,2 per cento, contro solo il 4,6 per cento delle donne.

L’autorità finanziaria finlandese afferma che, “in questa fase, [Bitcoin] è più paragonabile a una merce“. Le informazioni sono state divulgate da Paeivi Heikkinen, capo della sorveglianza presso la Banca di Finlandia a Helsinki, a Bloomberg.

“Considerando la definizione di una valuta ufficiale stabilita dalla legge, non è così. Inoltre non è uno strumento di pagamento, perché la legge stabilisce che uno strumento di pagamento deve avere un emittente responsabile del suo funzionamento “, ha spiegato.

Tuttavia, questo significa i finlandesi possono utilizzare legalmente i Bitcoin per effettuare pagamenti, ma tutte le plusvalenze acquisite tramite investimenti sono tassate, così come i BTC estratti. Le perdite non sono deducibili, tuttavia, secondo una serie di linee guida pubblicato dall’autorità fiscale. “I finlandesi possono stipulare accordi sui mezzi di scambio che desiderano utilizzare. Nessuno lo controlla o lo regola, nessuno lo garantisce e il suo valore è oscillato enormemente. È a tuo rischio “, ha aggiunto Heikkinen.

Pertanto, la Finlandia sta seguendo le orme di un vicino settentrionale. La Norvegia ha anche dichiarato che Bitcoin non si qualifica come una valuta nel paese, ma come una risorsa tassabile. La Danimarca e la Svezia stanno ancora aspettando le linee guida europee che possano aiutare le autorità di entrambi i paesi, mentre i commercianti locali continuano ad accettare pagamenti in criptovaluta e a stabilire bancomat Bitcoin.

L’Italia pronta a regolamentare?

Tuttavia, più a sud la situazione potrebbe essere molto diversa. Un membro del Parlamento italiano recentemente chiamato Sergio Boccadutri utilizzato Twitter annunciare un emendamento a una proposta di legge che definirebbe Bitcoin, dare il via a un processo per riconoscere e regolare la criptovaluta.

#Crypto ExchangeBenefits

1

Binance
Best exchange


VISIT SITE
  • ? The worlds biggest bitcoin exchange and altcoin crypto exchange in the world by volume.
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

2

Coinbase
Ideal for newbies


Visit SITE
  • Coinbase is the largest U.S.-based cryptocurrency exchange, trading more than 30 cryptocurrencies.
  • Very high liquidity
  • Extremely simple user interface

3

eToro
Crypto + Trading

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

800px-Colosseo_ (Roma) _15L’emendamento consiste in un addendum a una proposta di bilancio intitolata Destinazione Italia. Questo miglioramento cercherebbe di tracciare le transazioni Bitcoin superiori a 1.000 € richiedendo l’identificazione del mittente, Rapporti di Coindesk, che renderebbe le transazioni conformi alle leggi antiriciclaggio del paese.

Boccadutri vuole che la nuova misura sia emanata entro i prossimi sei mesi dalla Banca d’Italia, il che potrebbe aiutare notevolmente Bitcoin ad affermarsi come molto più di una semplice moneta digitale nel paese. Tuttavia, l’emendamento è stato accolto con sguardo gelido dalla maggior parte dei membri della comunità italiana di Bitcoin.

Israele “aspetterà e vedrà”

E poi c’è il caso di Israele. Mentre la maggior parte dei paesi sta cercando di fare qualcosa per quanto riguarda lo status legale di Bitcoin, Israele ha deciso di farlo aspetta e guarda cosa fa il resto del mondo, rapporti contraddittori di settembre che parlavano di tasse sui profitti commerciali.

800px-Dome_of_the_Rock_westLa Bank of Israel e la Securities Authority del paese hanno taciuto sulla questione, ignorando quasi le richieste di chiarimenti inviate da imprenditori e investitori.

#CRYPTO BROKERSBenefits

1

eToro
Best Crypto Broker

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

2

Binance
Cryptocurrency Trading


VISIT SITE
  • ? Your new Favorite App for Cryptocurrency Trading. Buy, sell and trade cryptocurrency on the go
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

#BITCOIN CASINOBenefits

1

Bitstarz
Best Crypto Casino

VISIT SITE
  • 2 BTC + 180 free spins First deposit bonus is 152% up to 2 BTC
  • Accepts both fiat currencies and cryptocurrencies

2

Bitcoincasino.io
Fast money transfers


VISIT SITE
  • Six supported cryptocurrencies.
  • 100% up to 0.1 BTC for the first
  • 50% up to 0.1 BTC for the second

“Le banche israeliane, che si sono impegnate in alcune transazioni Bitcoin, vorrebbero una guida chiara da parte delle autorità di regolamentazione in materia. Ma fonti vicine alla questione affermano che discussioni tra rappresentanti della Bank of Israel, della Israel Securities Authority e delle unità competenti nei ministeri della giustizia e delle finanze si è conclusa con la decisione di non elaborare regolamenti specifici per Bitcoin“, scrive l’Haaretz.

Poiché il paese non ha una legislazione che potrebbe affrontare Bitcoin e altre valute digitali, le transazioni e i pagamenti correlati rimarranno legali o semplicemente non regolamentati.

Immagini da Wikimedia

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me