Come i troll hanno sconfitto Coin Fire con un DMCA

Il mese scorso, Coin Fire ha pubblicato un rapporto sulle attuali azioni della SEC che potrebbero avere un impatto importante su un gran numero di giocatori nello spazio delle criptovalute.

Rapporto sul traffico di CloudFlare

Immagine in questione

#Crypto ExchangeBenefits

1

Binance
Best exchange


VISIT SITE
  • ? The worlds biggest bitcoin exchange and altcoin crypto exchange in the world by volume.
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

2

Coinbase
Ideal for newbies


Visit SITE
  • Coinbase is the largest U.S.-based cryptocurrency exchange, trading more than 30 cryptocurrencies.
  • Very high liquidity
  • Extremely simple user interface

3

eToro
Crypto + Trading

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

Poche ore dopo la pubblicazione del rapporto, Coin Fire ha ricevuto un numero record di oltre 900.000 visualizzazioni di pagina uniche in un periodo di 24 ore secondo il nostro rapporto Cloud Flare. Il nostro staff ha ricevuto immediatamente telefonate, e-mail e alcuni messaggi arrabbiati da alcuni membri della comunità.

Intorno alle 9:00 EDT di quel giorno, l’e-mail dell’account principale di Coin Fire ha ricevuto un’e-mail in cui si dichiarava che era stata ricevuta una notifica DMCA contro un’immagine sul sito di Coin Fire. L’immagine era una delle copertine delle lettere della SEC che avevamo caricato e inserito nel nostro rapporto il giorno prima.

Inizialmente, il nostro personale era confuso. L’immagine è stata creata da una serie di documenti che avevamo ricevuto e noi stessi abbiamo redatto prima del caricamento per proteggere le parti e le fonti coinvolte nel nostro rapporto. Il nostro staff aveva preso precauzioni extra nell’usare pagine di varie lettere e le aveva messe insieme per nascondere quali lettere erano state usate e le loro fonti che avevamo ricevuto direttamente di persona.

#CRYPTO BROKERSBenefits

1

eToro
Best Crypto Broker

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

2

Binance
Cryptocurrency Trading


VISIT SITE
  • ? Your new Favorite App for Cryptocurrency Trading. Buy, sell and trade cryptocurrency on the go
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

#BITCOIN CASINOBenefits

1

Bitstarz
Best Crypto Casino

VISIT SITE
  • 2 BTC + 180 free spins First deposit bonus is 152% up to 2 BTC
  • Accepts both fiat currencies and cryptocurrencies

2

Bitcoincasino.io
Fast money transfers


VISIT SITE
  • Six supported cryptocurrencies.
  • 100% up to 0.1 BTC for the first
  • 50% up to 0.1 BTC for the second

Un avviso DMCA contro questa particolare immagine ha lasciato perplessi il nostro staff. L’avviso è stato creato da un documento che i dollari dei contribuenti avevano finanziato ed era stato creato da diversi documenti.

Abbiamo inviato un’e-mail con la richiesta di ulteriori informazioni e una copia dell’avviso di azione DMCA così come era stato presentato e abbiamo immediatamente contattato il nostro avvocato.

Trenta minuti dopo, il sito Coin Fire ha mostrato un ERRORE VIETATO a tutti i visitatori e la nostra e-mail non rispondeva più. Brendon ha immediatamente chiamato il nostro rappresentante legale che ci aveva assicurato la settimana prima che probabilmente potevamo aspettarci una sorta di ritorsione anche se non avevamo commesso un crimine rilasciando e oscurando i documenti.

Ho immediatamente visitato il sito web del nostro provider di hosting, compilato una richiesta di assistenza e aperto una sessione di chat dal vivo. (I nostri avvocati ci hanno consigliato di NON nominare la società di hosting in questione fino a quando l’intera situazione non sarà stata valutata nel prossimo futuro. Stiamo ancora valutando una controversia sulla cattiva gestione di un avviso DMCA.)

Brendon ha raggiunto la nostra rappresentanza legale e ho parlato con il nostro avvocato. Il nostro avvocato ha detto che avevamo il diritto di rimuovere i contenuti offensivi prima che il nostro sito venisse apparentemente rimosso. Durante questo periodo, ho continuato ad aspettare di parlare con qualcuno tramite chat dal vivo. Ho anche chiamato la nostra società di hosting il cui messaggio di attesa diceva che sarebbe stato necessario attendere trenta minuti.

File di backup di Coin Fire

Nel frattempo, ho iniziato a provare a connettermi tramite SSH alla nostra macchina VPS e ad accedere al nostro sito. Ogni giorno scarichiamo un backup dei file del sito, dei database, delle immagini e di altri contenuti fuori dal sito. Sapevo che la migliore linea d’azione sarebbe stata quella di portare il nostro sito online da qualche altra parte nel frattempo, ma avevamo eseguito il nostro backup il giorno prima prima di pubblicare l’articolo sulla SEC e avremmo dovuto ripubblicarlo.

Abbiamo aperto i backup dall’inizio di quel giorno e abbiamo iniziato a rivedere il nostro download quando abbiamo scoperto che uno dei file era danneggiato. Quel file era il nostro backup del database. Abbiamo immediatamente chiamato il nostro provider per chiedere rispettosamente di darci l’accesso SSH in modo da poter almeno scaricare i nostri file prima di spostarli su un altro provider.

Avendo visto come era andata la situazione fino a quel momento, onestamente non volevo dare al nostro provider un altro dollaro o il nostro sudato denaro e desideravo moltissimo un nuovo provider. Sapere che era arrivata una richiesta DMCA e che non ci era stato concesso il tempo sufficiente per rispondere è stato molto preoccupante, non solo per me, ma per il resto del nostro team e per la nostra rappresentanza legale.

Passarono altri trenta minuti mentre ero ancora in attesa. Il messaggio della nostra società di hosting indicava ancora che il mio tempo di attesa era di trenta minuti e ho iniziato a sentirmi molto frustrato per la situazione. Il nostro sito era completamente offline, la nostra posta elettronica era disattivata e il nostro server non rispondeva più tramite SSH. Tuttavia, ho cercato di mantenere la calma sapendo che forse era stato commesso un semplice errore e che saremmo stati in grado di risolverlo piuttosto rapidamente.

Alle 11:00 EDT, abbiamo iniziato ad aprire altri file di backup e abbiamo scoperto che anche il database era stato danneggiato. Avevamo creato il difetto fatale di eseguire i backup senza ispezionarli accuratamente per assicurarci che i file fossero a posto (da allora abbiamo apportato le modifiche necessarie per garantire che l’errore non si ripeta). Non avevamo idea di chi avesse inviato la richiesta DMCA, di come fosse stata elaborata così rapidamente e di quando avremmo riportato il nostro sito online.

Alle 11:30 ho finalmente raggiunto qualcuno dall’altra parte e ho fornito loro le informazioni pertinenti sull’account. Mi è stato detto che era stata ricevuta una richiesta DMCA, che non avevamo risposto adeguatamente alla richiesta e che il nostro account sarebbe stato completamente ripristinato se solo avessimo accettato di rimuovere l’immagine in questione. A questo punto ero molto turbato, ma ho comunque spiegato con calma che non ci era stato concesso il tempo sufficiente per rispondere e che non eravamo a conoscenza di chi c’era dietro la richiesta. Ho spiegato che di conseguenza non siamo stati in grado di procedere con la rimozione e volevamo vedere l’effettiva richiesta completa prima di rispondere. Sono stato messo in attesa.

Quindici minuti dopo, mi è stato detto che la prima richiesta è stata inviata tramite e-mail e la società di hosting non è stata in grado di inviarla di nuovo per motivi di sicurezza. Ho esaminato il nostro account di posta elettronica, ma non abbiamo ricevuto alcuna informazione nella richiesta né alcuna informazione su chi fosse arrivato. Ho chiesto di nuovo un avviso o dettagli su chi c’era dietro l’avviso, poiché siamo legalmente autorizzati a fare tali richieste. Mi è stato detto che “non è possibile” e mi è stato di nuovo messo in attesa. Apparentemente, l’email che avevamo ricevuto era il secondo avviso.

A questo punto, ci siamo preparati a coinvolgere il nostro avvocato. Quando un rappresentante della nostra società di hosting è tornato in linea alle 12:25 pm EDT, avevo il nostro avvocato in attesa e avevo chiuso la finestra della chat che non rispondeva ancora.

Non siamo ancora riusciti a vedere la richiesta DMCA iniziale poche ore dopo, ma FINALMENTE ci è stata concessa la possibilità di scaricare tutti i nostri file dal server e portarli altrove. Josh con BitVPS ci ha contattati e ha detto che sarebbero stati disposti ad ospitarci. Ci hanno offerto uno sconto su una macchina VPS che non solo sarebbe stata più adatta a gestire attacchi DDOS e grandi livelli di traffico, ma avrebbe anche aiutato a difendersi dagli attacchi DMCA come quello che stavamo attualmente sperimentando.

Abbiamo iniziato a scaricare tutto, spostarlo su una nuova macchina e modificare le nostre informazioni DNS. Inoltre, stavamo ancora aspettando di vedere la richiesta DMCA che il nostro precedente host ha affermato di non essere in grado di fornirci. A questo punto ero incredibilmente arrabbiato, ma ho avuto diverse discussioni telefoniche con diversi membri della comunità che mi hanno aiutato a tenermi sotto controllo. Era ora di chiudere semplicemente i portelli e di andare avanti.

Ho iniziato a lavorare molto duramente per riportare il nostro sito online grazie ai nostri amici di BitVPS e Josh. Sia Josh che BitVPS sono stati di grande aiuto nel risolvere alcuni bug con me e Brendon.

Siamo stati in grado di riportare in linea Coin Fire e tirare un sospiro di sollievo che almeno un incendio fosse stato spento. Ora dovevamo solo occuparci di quella “fastidiosa” richiesta DMCA. La nostra società di hosting ci ha detto che ci avrebbe inviato la richiesta DMCA, ma ciò era inaccettabile per il nostro team. Dopo alcune ore dopo e alcune telefonate con i rappresentanti dell’ufficio legale della nostra vecchia società di hosting, ci è stato dato il nome della società che ci aveva portato offline.

COIN NEWS INC è la società che alla fine ha presentato un DMCA contro di noi. I nostri avvocati hanno iniziato a cercare la convalida su questa azienda, dove si trovano e come entrare in contatto con l’ufficio legale dell’azienda. Hanno subito trovato più posti di blocco.

Una rapida ricerca su DuckDuckGo non mostra risultati per “COIN NEWS INC” e siamo diventati immediatamente più sospettosi. I nostri avvocati chiedono di vedere l’intera richiesta DMCA e stanno ancora lottando per vedere l’intera richiesta.

I nostri avvocati ci hanno spiegato a Coin Fire che è necessario presentare una notifica DMCA con determinate informazioni, come un indirizzo e altre informazioni pertinenti, per confermare una richiesta di risarcimento. Abbiamo il diritto a queste informazioni e finora ci sono state negate.

COIN NEWS INC è una società fasulla che non esiste. Apparentemente, siamo più capaci delle persone che fanno la scelta se una richiesta DMCA è valida o meno semplicemente facendo una ricerca su Internet.

Non siamo ancora sicuri di chi sia COIN NEWS INC, se esistono, e chi c’è dietro la “compagnia” o la falsa lettera di ritiro. Il nostro team sta ancora lavorando attivamente per risolvere questi problemi e speriamo di fornire un aggiornamento ai nostri lettori nel prossimo futuro.

Ti assicuriamo che abbiamo intrapreso innumerevoli passaggi per lavorare con il nostro nuovo host BitVPS e i nostri avvocati per evitare che questo genere di cose si ripetano in futuro.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me