Deflazione Parte 2: la deflazione dei prezzi di Bitcoin è buona o cattiva?

Nel prima parte di questa serie in due parti, abbiamo discusso la natura deflazionistica hardcoded di Bitcoin e ha esaminato se il Prezzo Bitcoin è stato deflazionistico nella vita reale. Abbiamo concluso che, sì, Bitcoin è stato effettivamente deflazionistico per tutta la sua durata di cinque anni.

Ora possiamo sollevare la domanda: la natura deflazionistica del valore di Bitcoin è buona o cattiva per l’economia di Bitcoin? Questa domanda ritorna al dibattito se la deflazione sia desiderabile rispetto all’inflazione o viceversa. Per rispondere a questa domanda, dobbiamo considerare la solidità economica sia degli argomenti a favore dell’inflazione che di quelli a favore della deflazione.

Di Alan C. [CC BY-NC-SA 2.0], tramite FlickrDi Alan C. [CC BY-NC-SA 2.0], tramite Flickr

#Crypto ExchangeBenefits

1

Binance
Best exchange


VISIT SITE
  • ? The worlds biggest bitcoin exchange and altcoin crypto exchange in the world by volume.
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

2

Coinbase
Ideal for newbies


Visit SITE
  • Coinbase is the largest U.S.-based cryptocurrency exchange, trading more than 30 cryptocurrencies.
  • Very high liquidity
  • Extremely simple user interface

3

eToro
Crypto + Trading

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

Gli inflazionisti sostengono che l’offerta di moneta deve essere in uno stato costante di leggera inflazione per compensare la naturale tendenza alla deflazione (e ora dicono anche che dobbiamo evitare anche un’inflazione troppo piccola!). Sottolineano la necessità di evitare l’inflazione a causa della paura della “spirale mortale deflazionistica”, che è già stata menzionata sopra. Come affermato in precedenza, questa infinita spirale discendente di deflazione si verifica perché, presumibilmente, gli individui smetteranno di consumare a favore di detenere i loro soldi in modo che possano guadagnare valore. Questo risparmio innesca una reazione a catena; il risparmio iniziale fa salire il valore della moneta, il che incoraggia ancora di più il risparmio, e così via. Se la deflazione dovesse verificarsi, potrebbe causare enormi ondate di disoccupazione a causa di tutto il denaro accumulato. Pertanto, una soluzione a questo problema è mantenere una quantità “sana” di inflazione, che generalmente si ritiene essere al 2%, al fine di contrastare le tendenze deflazionistiche e mantenere stabile il potere d’acquisto del denaro.

Coloro che sostengono che la deflazione può effettivamente essere salutare per l’economia – queste persone generalmente provengono dalla scuola austriaca di economia – sostengono che la deflazione e la conseguente diminuzione dei prezzi segnala semplicemente uno spostamento delle richieste individuali sul mercato. Nei periodi di deflazione, le preferenze temporali sono diminuite, il che significa che risparmiano più della loro ricchezza piuttosto che consumarla. Questo atto di aumento del risparmio abbassa i tassi di interesse, il che rende gli investimenti più economici e quindi sposta la struttura di produzione in modo che persegua progetti che producono beni ulteriormente nel futuro piuttosto che produrre beni di consumo più immediati. Questo metodo di risparmio è il modo in cui l’economia progredisce; l’investimento è il motore che guida i macchinari di produzione, che aumenta il tenore di vita della popolazione generale.

La “spirale di morte deflazionistica”

#CRYPTO BROKERSBenefits

1

eToro
Best Crypto Broker

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

2

Binance
Cryptocurrency Trading


VISIT SITE
  • ? Your new Favorite App for Cryptocurrency Trading. Buy, sell and trade cryptocurrency on the go
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

#BITCOIN CASINOBenefits

1

Bitstarz
Best Crypto Casino

VISIT SITE
  • 2 BTC + 180 free spins First deposit bonus is 152% up to 2 BTC
  • Accepts both fiat currencies and cryptocurrencies

2

Bitcoincasino.io
Fast money transfers


VISIT SITE
  • Six supported cryptocurrencies.
  • 100% up to 0.1 BTC for the first
  • 50% up to 0.1 BTC for the second

Ma gli inflazionisti avvertono che un risparmio eccessivo rende le imprese esistenti non redditizie e causa disoccupazione di massa. E questa paura sarebbe giustificabile, se la quantità di risparmio di cui gli inflazionisti sono terrorizzati fosse effettivamente possibile nel mondo reale. La nozione di “spirale mortale deflazionistica” fa tre ipotesi fallaci quando si giudica l’azione umana.

Primo, e il più fallace, presuppone un’economia statica o un’economia a rotazione uniforme (ERE). L’ERE è un costrutto puramente teorico in cui l’economia è in perfetto equilibrio, non c’è concorrenza e profitti uguali costi, e tutti i fattori rimangono uguali e costanti, il che significa che non c’è cambiamento nell’economia. Tutto è stabile. Affinché la deflazione causi il danno preoccupato dagli economisti tradizionali, questo costrutto teorico dovrebbe esistere nel mondo reale; la tendenza deflazionistica non poteva essere interrotta da alcun cambiamento nel mercato, avrebbe dovuto continuare per sempre fino al collasso dell’intera economia. In altre parole, non può esserci incertezza nell’economia. E questo è semplicemente impossibile. Inoltre, se l’ERE fosse raggiunto, la deflazione non sarebbe nemmeno possibile! C’è nessun cambiamento qualunque cosa nell’ERE, quindi le preferenze temporali non esistono, quindi non possono spostarsi in modo che la domanda di moneta sia superiore alla sua offerta. Tutto nell’ERA è in perfetto equilibrio tra loro, compreso il rapporto denaro. Quindi, anche nel regno della staticità, dove gli economisti positivisti ospitano tutti i loro modelli empirici ed equazioni, la loro tesi è insostenibile!

Di Gage Skidmore [CC BY-SA 2.0], tramite FlickrDi Gage Skidmore [CC BY-SA 2.0], tramite Flickr

Il secondo difetto nell’argomento inflazionistico contro la deflazione è che esso presuppone, o almeno implica, una perfetta conoscenza da parte degli individui che si trovano di fronte a una valuta in apprezzamento. Gli individui, al fine di accumulare indefinitamente la propria liquidità, devono sapere che la tendenza deflazionistica continuerà per sempre. Devono essere consapevoli che il valore delle loro disponibilità liquide continuerà ad aumentare fintanto che le detengono e si astengono dal consumarle. Questa situazione potrebbe verificarsi, le persone potrebbero e probabilmente diventerebbero consapevoli del fatto che la loro valuta guadagna rapidamente valore. Ma questo scenario presuppone che le preferenze temporali degli individui non possano cambiare, il che ci riporta di nuovo al presupposto dell’ERE, qualcosa che non può mai essere raggiunto nel mondo reale. È altamente improbabile, addirittura impossibile, che le preferenze temporali rimangano così basse e rimangano lì indefinitamente in modo che nessun individuo possa mai spendere i propri soldi. Ma chi dice che gli individui non apprezzerebbero mai i beni di consumo rispetto ai loro soldi? Di nuovo, questo può solo accadere ceteris paribus, a parità di condizioni, il che presuppone la realizzazione di un impossibile raggiungimento di un’economia statica, o ERE.

Il terzo problema con l’argomento della “spirale di morte deflazionistica” è che gli esseri umani sono fisiologicamente e biologicamente incapaci di astenersi dal consumo di forme a tal punto che la deflazione potrebbe diventare così grave. Come minimo, gli esseri umani devono mangiare e bere, il che richiede un consumo di una parte almeno minima della loro ricchezza. Quindi, per lo meno, circolerebbe abbastanza denaro per facilitare la continuazione della vita umana. È anche lecito ritenere che gli esseri umani nell’era moderna preferirebbero avere vestiti decenti per coprire i loro corpi e alloggi robusti in cui possono dimorare. Queste cose richiedono anche un dispendio di denaro, lavoro e risorse, il che significa che ci sarà sempre almeno quell’attività di consumo che lavorerà contro la deflazione infinita.

Un breve esame dell’inflazione e dei cicli economici

Di reway2007 [CC BY-NC-SA 2.0], tramite FlickrDi reway2007 [CC BY-NC-SA 2.0], tramite Flickr

L’impossibilità di una “spirale mortale” di deflazione è in netto contrasto con la possibilità molto reale di una spirale mortale inflazionistica. Ci sono state diverse volte nel corso della storia in cui un tale evento si è quasi verificato. Le iperinflazioni di Germania, Zimbabwe, Argentina, Venezuela e Stati Confederati d’America sono solo alcuni esempi di massicci attacchi di inflazione che hanno sostanzialmente distrutto le economie di questi stati. Sebbene gli esseri umani non possano risparmiare indefinitamente a causa delle leggi della biologia, possono certamente spendere indefinitamente fintanto che il denaro viene immesso in circolazione. L’inflazione, anche quella “lieve” elogiata dagli economisti mainstream, ha sempre causato cicli economici gravemente dannosi che, sebbene solo occasionalmente sfociati in una spirale mortale, hanno definitivamente esposto il volto della natura distruttiva dell’inflazione.

Man mano che le banche centrali abbassano i tassi di interesse e iniettano una stimolante liquidità nell’economia, la struttura di produzione viene modificata in modo da mirare a modalità di produzione più remote. Tuttavia, le imprese che nascono da questa espansione del credito non sono necessariamente redditizie. In effetti, spesso sono del tutto non redditizi e si affidano esclusivamente a questo credito per prosperare. Pertanto, non appena il credito si ferma, arriverà gran parte di queste nuove imprese crollare. Ma non prima di aver avuto il tempo di raggiungere livelli pericolosamente insostenibili e impiegare molte persone nel processo. Quindi, quando queste attività falliscono, molte persone sono costrette a disoccuparsi e rimangono senza reddito. Di conseguenza, le persone non possono più permettersi i prezzi elevati derivanti dall’inflazione, quindi la loro diminuzione della domanda spinge i prezzi verso il basso. Le banche centrali vedono questo calo dei prezzi come un negativo piuttosto che una semplice riallocazione del capitale e somministrano un’altra dose di inflazione all’economia, ricominciando così il ciclo da capo.

Lo scenario sopra rappresenta una brevissima spiegazione dei cicli economici, un fenomeno economico che si è ripetuto ininterrottamente dalla Grande Depressione a causa delle politiche inflazionistiche delle banche centrali.

Conclusione: il valore di Bitcoin in definitiva trae vantaggio dalla deflazione dei prezzi di Bitcoin

Quindi, dopo aver esaminato entrambi gli argomenti a sostegno dell’inflazione e della deflazione e dopo aver esaminato la loro solidità economica, possiamo determinare che la deflazione non pone realisticamente nessuna delle minacce temute dagli inflazionisti. Pertanto, possiamo concludere che la natura deflazionistica di Bitcoin è in definitiva positiva per la persistenza a lungo termine di un massimo Valore bitcoin. Perché? La deflazione, come abbiamo visto sopra, incoraggia gli investimenti stimolando il risparmio, ma non il risparmio completo e indefinito, in modo che l’economia non collasserà a causa di questa deflazione. Tale investimento serve solo a rafforzare l’infrastruttura finanziaria costruita attorno a Bitcoin, rafforzando così il valore di Bitcoin.

Certo, Bitcoin è ancora nelle sue primissime fasi e non esiste un vero mercato monetario orientato a Bitcoin; tuttavia, la deflazione aumenta ancora il valore di Bitcoin in modo che l’incentivo a costruire l’infrastruttura finanziaria richiesta rimanga intatto. Poiché la domanda di acquisire e utilizzare Bitcoin come mezzo di scambio aumenta, l’espansione dell’offerta di Bitcoin sta rallentando contemporaneamente. Ciò significa necessariamente che il valore di Bitcoin continuerà ad aumentare fintanto che ci sarà una sostanziale domanda di mercato per la valuta digitale. Anche se in questo momento non esiste un mercato monetario consolidato che circonda il sistema Bitcoin, le persone stanno ancora risparmiando le loro monete e stanno beneficiando dell’apprezzamento del valore di Bitcoin. Quindi, man mano che l’economia cresce e quel mercato monetario è finalmente stabilito, una base molto solida per gli investimenti economici in Bitcoin sarà stata costruita dai risparmi precedenti.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me