FATF: Bitcoin positivo ma rischioso per i governi

La Financial Action Task Force (FATF), un’agenzia indipendente e intergovernativa, ha rilasciato un file carta su Bitcoin. Il GAFI lavora per aiutare i governi a muoversiDi Veeven Fair Use, href =tramite Wikimedia Commons “width =” 60 “height =” 104 “/> nd il mondo previene la criminalità finanziaria, principalmente il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo. Il documento che la task force ha pubblicato su Bitcoin copre i vantaggi offerti dalla valuta digitale e dal potenziali rischi coinvolti nell’utilizzo di Bitcoin. Sebbene la copertura dei vantaggi di Bitcoin – e delle criptovalute in generale – fosse del tutto positiva, l’attenzione principale del documento era sui “rischi” creati da Bitcoin. Mentre un individuo che ha fatto una lettura superficiale di questo il giornale potrebbe credere che la Task Force di azione finanziaria si preoccupi di proteggere le persone che usano Bitcoin – a causa della loro affermazione che Bitcoin renderebbe difficile la risoluzione dei crimini commessi contro individui – una lettura più mirata rivela il vero intento del rapporto. Il rapporto FATF non si occupa affatto della sicurezza dei consumatori, ma piuttosto della minaccia che Bitcoin rappresenta per il potere violento del governo.

La prima metà del rapporto è dedicata alla definizione della terminologia per i lettori che non hanno familiarità con la criptovaluta. Distingue tra “valute virtuali centralizzate” e “criptovalute”. Il documento spiega anche cose come minatori, portafogli, scambi e Tor. Quindi, a partire dalla fine dell’ottava pagina, la Task Force fornisce un breve paragrafo sui vantaggi dell’utilizzo di Bitcoin.

Questo breve paragrafo sugli usi “legittimi” di Bitcoin delinea alcune delle miriadi di cose positive che derivano dall’uso di Bitcoin. Il documento afferma che Bitcoin può “migliorare l’efficienza dei pagamenti” e “ridurre i costi di transazione per pagamenti e trasferimenti di fondi”. Bitcoin può anche, secondo il rapporto, facilitare i micro-pagamenti nei negozi in modo che le aziende possano monetizzare beni e servizi che in precedenza erano difficili da valutare. Inoltre, la Task Force ha scritto su come l’uso di Bitcoin potrebbe riformare sostanzialmente il mercato globale delle rimesse. A causa dei suoi pagamenti istantanei e delle commissioni di transazione estremamente basse, Bitcoin può rendere molto meno costoso per le persone inviare denaro ad amici o familiari nei paesi impoveriti. Utilizzare Bitcoin in questo modo competerebbe direttamente con i tradizionali servizi di bonifico bancario controllati dalle banche, che hanno enormi commissioni per le transazioni internazionali che rendono molto costoso per le persone inviare rimesse a coloro che ne hanno bisogno. Pertanto, Bitcoin può aiutare a sollevare dalla povertà milioni di persone nei paesi in via di sviluppo aumentando la quantità di aiuti finanziari privati ​​inviati a questi individui impoveriti. Infine, il paragrafo conclude dicendo che questi benefici dovrebbero essere attentamente analizzati per determinare se sottoporre Bitcoin alle tradizionali normative finanziarie eliminerebbe o meno questi potenziali benefici..

Ed è qui che finisce la positività in questo rapporto. Il resto del rapporto della Financial Action Task Force si occupa dei “rischi” coinvolti nell’utilizzo di Bitcoin e della criptovaluta in generale. Tuttavia, questi rischi non riguardano le persone che utilizzano effettivamente le valute decentralizzate. Piuttosto, riguardano solo i governi che stanno cercando di mantenere il loro dominio sulle rispettive riserve di denaro di fronte alla crescente concorrenza, come Bitcoin. Ecco alcune citazioni dal rapporto che delineano la posizione del GAFI sui rischi della criptovaluta:

Di Steve Jurvetson [CC BY 2.0], tramite FlickrDi Steve Jurvetson [CC BY 2.0], tramite Flickr

“Possono consentire un maggiore anonimato rispetto ai tradizionali metodi di pagamento non in contanti. I sistemi di valuta virtuale possono essere scambiati su Internet, sono generalmente caratterizzati da relazioni con i clienti non faccia a faccia e possono consentire finanziamenti anonimi (finanziamenti in contanti o finanziamenti di terze parti tramite scambiatori virtuali che non identificano correttamente la fonte di finanziamento). Possono anche consentire trasferimenti anonimi, se mittente e destinatario non sono adeguatamente identificati. “

I sistemi decentralizzati sono particolarmente vulnerabili ai rischi di anonimato. Ad esempio, in base alla progettazione, gli indirizzi Bitcoin, che funzionano come account, non hanno nomi o altri identificativi del cliente allegati e il sistema non ha un server centrale o un fornitore di servizi. Il protocollo Bitcoin non richiede, né fornisce, l’identificazione e la verifica dei partecipanti, né genera registrazioni storiche di transazioni che sono necessariamente associate all’identità del mondo reale “.

Non esiste un organismo di controllo centrale e nessun software AML attualmente disponibile per monitorare e identificare modelli di transazioni sospette. Le forze dell’ordine non possono prendere di mira una sede centrale o entità (amministratore) per scopi investigativi o di sequestro di beni (sebbene le autorità possano prendere di mira singoli scambiatori per le informazioni sui clienti che lo scambiatore può raccogliere). Offre quindi un livello di potenziale anonimato impossibile con le tradizionali carte di credito e debito o con i vecchi sistemi di pagamento online, come PayPal “.

E infine:

Può sembrare che le valute virtuali convertibili decentralizzate che consentono transazioni anonime da persona a persona esistano in un universo digitale completamente al di fuori della portata di un determinato paese “.

#Crypto ExchangeBenefits

1

Binance
Best exchange


VISIT SITE
  • ? The worlds biggest bitcoin exchange and altcoin crypto exchange in the world by volume.
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

2

Coinbase
Ideal for newbies


Visit SITE
  • Coinbase is the largest U.S.-based cryptocurrency exchange, trading more than 30 cryptocurrencies.
  • Very high liquidity
  • Extremely simple user interface

3

eToro
Crypto + Trading

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

Sembra, almeno a questo autore, che la Task Force non prenda in considerazione i consumatori effettivi che utilizzano Bitcoin in questo rapporto. Tutte le cose etichettate dal giornale come “rischi” sono in realtà cose che rendono il bitcoin commerciabile come valuta. Le persone vogliono usare una valuta che le renda anonime e non rintracciabili perché non vogliono che i loro governi ficcino il naso nelle loro vite private. Se le cose che la Task Force evidenzia come pericolose potenzialità coinvolte nell’uso di Bitcoin sono davvero cose che le persone vogliono vedere in una valuta, allora diventa chiaro che questo documento non aveva lo scopo di mettere in guardia i civili dei pericoli connessi all’uso di Bitcoin.

Di scottks [CC BY 2.0], tramite FlickrDi scottks [CC BY 2.0], tramite Flickr

Piuttosto, l’intento di questo rapporto è quello di avvertire i governi che i loro monopoli sul denaro sono direttamente minacciati dalla crescente adozione di Bitcoin come mezzo di scambio e che dovrebbero iniziare ad arrampicarsi per portare questa tecnologia decentralizzata sotto il loro controllo. Per avvertire i governi della minaccia che Bitcoin rappresenta per il loro potere violento, il giornale utilizza contraddittoriamente un aspetto della criptovaluta che in precedenza utilizzava come vantaggio effettivo. Il documento affermava che i pagamenti istantanei e i bassi costi di transazione consentivano di inviare facilmente valute decentralizzate oltre confine, il che potrebbe incoraggiare l’uso di Bitcoin come metodo di finanziamento delle organizzazioni terroristiche. Chiaramente, il beneficio che questa stessa caratteristica fornisce alle persone sofferenti nei paesi poveri non ha importanza quando si trova di fronte al finanziamento del terrorismo, che è stato interamente creato come risposta ai governi che violano i diritti e le convinzioni degli individui. Ma non importa che, dice la Task Force, ci occupiamo solo di mantenere il dominio del governo.

Fortunatamente per i sostenitori di Bitcoin, tuttavia, rapporti come questi probabilmente non avranno alcun effetto sulle capacità dei governi di creare una regolamentazione efficace sui Bitcoin.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map