In che modo la neutralità della rete potrebbe influire su Bitcoin

Disclaimer: le opinioni di questo autore non riflettono le opinioni di coinbrief.net

Il 15 maggio 2014, la Federal Communications Commission ha votato 3-2 per approvare la priorità delle velocità di connessione in cambio di maggiori pagamenti. Questa approvazione significa che i provider di servizi Internet (ISP) ora hanno il permesso legale di addebitare agli utenti più denaro per velocità Internet più elevate. Questa decisione arriva nel bel mezzo di un dibattito a livello nazionale sulla neutralità della rete: il governo dovrebbe consentire agli ISP di addebitare di più per velocità più elevate o dovrebbe costringere gli ISP a fornire a tutti uguali velocità di connessione a prezzi uguali?

Mentre i sostenitori della neutralità della rete affermano che costringere le aziende a fornire velocità uguali a prezzi uguali preserverebbe la libertà di Internet e impedirebbe la creazione di monopoli ISP, come Comcast, la verità è che la neutralità della rete segnerà effettivamente la fine di un Internet gratuito. Inoltre, la neutralità della rete non farebbe nulla per impedire i monopoli degli ISP, ma in realtà incoraggerebbe e faciliterebbe l’istituzione di un monopolio di Internet. Il controllo del prezzo della velocità di connessione soffoca la concorrenza e rafforza il potere dei provider di servizi Internet esistenti, che a loro volta potrebbero potenzialmente compromettere l’espansione di Bitcoin.

La neutralità della rete incoraggia i monopoli degli ISP

Per capire perché la neutralità della rete faciliterà la creazione di monopoli ISP, dobbiamo prima esaminare cosa fa effettivamente la neutralità della rete. Se approvata, come accennato in precedenza, la legislazione sulla neutralità della rete costringerà i fornitori di servizi Internet a fornire le stesse velocità di connessione allo stesso prezzo, a tutti, indipendentemente da chi siano.

Certo, questa “equalizzazione” forzata renderà Internet più veloce ed economico per il consumatore medio, ma solo per un periodo di tempo limitato. Perché? Perché costringere gli ISP a fornire questo tipo di servizi a prezzi bassi rende effettivamente la fornitura di Internet molto più costosa. Gli ISP dovranno fornire la stessa velocità di connessione allo stesso prezzo, indipendentemente dal fatto che il cliente sia o meno uno studente universitario che utilizza solo servizi Internet di base, come i social network e lo streaming video, o se il cliente è un multimiliardario, multinazionale che Internet per cose molto più faticose di quanto faccia lo studente universitario. La neutralità della rete renderebbe molto meno probabile che un ISP di avvio fornisca prezzi economici agli utenti medi perché non sarebbe in grado di addebitare agli utenti esperti, come le grandi aziende, prezzi più alti per la loro velocità di connessione. Pertanto, le grandi aziende beneficeranno di un prezzo inferiore a quello che dovrebbero pagare senza Net-Neutrality a scapito dell’utente medio, che pagherà in media un prezzo più alto.

Net NeutralityGrafico Net neutrality via Cablata

Come possiamo vedere, dopo un certo periodo di tempo, il più grande ISP sarà in grado di eliminare tutta la sua concorrenza dal mercato a causa delle sue dimensioni; chi ha più soldi all’inizio della neutralità della rete finirà per diventare l’Internet Service Provider Monopoly. Inoltre, la Net-Neutrality aggiungerà solo un’altra barriera all’ingresso oltre al potere già soffocante che il governo locale ha sul nostro accesso a Internet. Dopo la Net-Neutrality, non solo le normative riguardanti il ​​diritto di passaggio alle loro utilities soffoceranno la concorrenza, ma i controlli federali sui prezzi spingeranno completamente le piccole imprese fuori dal mercato. Quindi, dopo che un monopolio ISP è emerso da questa rete di restrizioni e regolamenti governativi, l’ISP sarà improvvisamente responsabile della fornitura di Internet al intero paese. Naturalmente, il monopolio trarrà sicuramente vantaggio da quel tipo di potere. All’improvviso, la società non sarà in grado di permettersi di fornire Internet a tutti all’attuale prezzo stabilito. Per continuare a fornire servizi Internet al paese, il monopolio chiederà al governo di consentire loro di aumentare i prezzi. Se il governo rifiuta, il monopolio sarebbe ancora in grado di ignorare la legge, poiché qualsiasi sanzione inflitta all’azienda comprometterà l’accesso del pubblico a Internet.

Come un monopolio di Internet potrebbe compromettere Bitcoin

Abbiamo visto sopra come la neutralità della rete potrebbe – probabilmente – creare un monopolio del fornitore di servizi Internet e come il monopolio dell’ISP sarebbe incentivato a fare pressione sul governo per un limite di prezzo più alto o ad ignorare del tutto i mandati del governo. Quindi, in che modo l’istituzione di un tale monopolio mette a rischio l’espansione di Bitcoin – così come di tutte le altre criptovalute -? Beh, in realtà non è uno scenario complicato, né inverosimile.

#Crypto ExchangeBenefits

1

Binance
Best exchange


VISIT SITE
  • ? The worlds biggest bitcoin exchange and altcoin crypto exchange in the world by volume.
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

2

Coinbase
Ideal for newbies


Visit SITE
  • Coinbase is the largest U.S.-based cryptocurrency exchange, trading more than 30 cryptocurrencies.
  • Very high liquidity
  • Extremely simple user interface

3

eToro
Crypto + Trading

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

Con l’incentivo ad aumentare il prezzo dell’accesso a Internet, il monopolio dell’ISP così facendo porterebbe a un prezzo molte persone fuori dal mercato Internet. Per impostazione predefinita, anche le persone escluse dal mercato Internet sarebbero escluse da Bitcoin. Se non hanno accesso a Internet, ovviamente non hanno modo di accedere e utilizzare valute basate su Internet. La legislazione sulla neutralità della rete, insieme alle restrizioni che uccidono la concorrenza imposte agli ISP dai governi locali, produrrebbe questo tipo di aumento dei prezzi. Il problema con la centralizzazione di qualsiasi bene o servizio – sia sotto forma di monopolio privato o legislazione governativa – è che l’accesso a quel bene o servizio dipende dai capricci del monopolio che controlla l’offerta.

Rete peer-to-peer BitcoinRete peer-to-peer Bitcoin

I governi non possono impedire che sorgano questi tipi di monopoli perché il governo è la ragione per la creazione di monopoli in primo luogo. Entrambi i tipi di regolamentazione governativa qui menzionati, la neutralità della rete e le normative locali, ostacolano la concorrenza e rendono più probabile che una singola azienda monopolizzi il mercato. Per i motivi sopra menzionati, la centralizzazione dell’accesso a Internet equivale alla centralizzazione di Bitcoin. Bitcoin, per sua stessa natura, fa affidamento su una rete decentralizzata per la sua espansione. La centralizzazione di Bitcoin compromette in alcun modo il suo potenziale per raggiungere la massa critica, in cui sostituirebbe completamente il sistema monetario valutario della valuta fiat controllata dal governo. Abbiamo bisogno di decentralizzazione affinché Bitcoin diventi un successo globale come denaro. La centralizzazione di Internet attraverso la neutralità della rete funzionerebbe nella direzione opposta all’obiettivo principale di Bitcoin. Fortunatamente, le innovazioni del mercato libero probabilmente elimineranno la necessità di fornitori di servizi Internet decentralizzando completamente Internet.

Bitcoin & Il libero mercato prevarrà: Internet decentralizzato

Sembra che non esista un atto legislativo governativo che possa veramente risolvere il problema dei monopoli degli ISP supportati dai governi locali. Piuttosto che cercare di correggere le normative esistenti con più regolamenti, creando così una serie completamente nuova di conseguenze non intenzionali, come lo scenario descritto sopra, potrebbe essere più opportuno sviluppare un sistema alternativo che rimuova completamente gli ISP centralizzati dall’equazione.

#CRYPTO BROKERSBenefits

1

eToro
Best Crypto Broker

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

2

Binance
Cryptocurrency Trading


VISIT SITE
  • ? Your new Favorite App for Cryptocurrency Trading. Buy, sell and trade cryptocurrency on the go
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

#BITCOIN CASINOBenefits

1

Bitstarz
Best Crypto Casino

VISIT SITE
  • 2 BTC + 180 free spins First deposit bonus is 152% up to 2 BTC
  • Accepts both fiat currencies and cryptocurrencies

2

Bitcoincasino.io
Fast money transfers


VISIT SITE
  • Six supported cryptocurrencies.
  • 100% up to 0.1 BTC for the first
  • 50% up to 0.1 BTC for the second

Indipendentemente dai risultati del dibattito sulla neutralità della rete, sembra molto probabile che il libero mercato renderà comunque obsoleti i provider di servizi Internet. La tecnologia peer-to-peer, come Bitcoin, progredisce ogni giorno, rendendo Internet sempre più decentralizzato. Ad un certo punto, raggiungeremo uno stato di completo decentramento di Internet. Questa innovazione è già avvenuta; il Deep Web offre una rete distribuita peer-to-peer che non può essere controllata da nessuna entità monolitica. Non richiede ISP. Ogni computer nella rete agisce come un “nodo” o una stazione di connessione che aiuta a far funzionare questa “Internet distribuita”. Sembra probabile che a un certo punto questo tipo di Internet P2P diventerà la norma. Non sembra eccessivo immaginare un tempo in cui i computer arriveranno con un punto di accesso, come TOR, che consentirà agli utenti di connettersi a Internet P2P senza fare affidamento sugli ISP per ottenere l’accesso a Internet.

Il passo successivo sarebbe quello di decentralizzare le utenze allontanandosi dalla rete elettrica, cosa che molto probabilmente avverrebbe attraverso l’innovazione in fonti energetiche alternative che possono essere gestite in modo efficiente da individui ed essere autosufficienti. Dopo queste innovazioni, avremo un sistema di Internet che non può essere controllato da qualunque monopolio, sia esso un ente privato o pubblico. Con Internet e l’energia decentralizzati, non ci sarebbero ostacoli all’espansione di Bitcoin. Inoltre, il decentramento porta libertà. Ci allontana da questo sistema di governi che microgestiscono le nostre vite. Indipendentemente dalle nostre convinzioni politiche, che siamo volontaristi, comunisti o qualsiasi altra via di mezzo, possiamo tutti trarre vantaggio dalla rimozione del controllo di Internet dai monopoli sia pubblici che privati. Come abbiamo visto in questo articolo, la Net-Neutrality non raggiunge questo obiettivo, ma piuttosto facilita la monopolizzazione di Internet, aumentando così la centralizzazione, e alla fine potrebbe portare alla scomparsa di Bitcoin.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me