Marco Santori afferma che la decisione giudiziaria “Bitcoin è una valuta” può essere utilizzata “come un precedente molto ampio”

Se qualcosa di buono è uscito dallo schema Ponzi messo a punto da Trendon Shavers – più conosciuto nel mondo delle criptovalute come “pirateat40” – è il decisione di un giudice del Texas, che ha recentemente stabilito che “Bitcoin è una valuta o una forma di denaro”, il che significa che la Securities and Exchange Commission (SEC) può andare avanti e citare in giudizio il sospettato.

Puoi controllare il documento firmato dal magistrato nordamericano qui. In questo memorandum, il giudice Amos L. Mazzant fa un’analisi del caso riguardante il Bitcoin Savings and Trust (BTCST), un “business” fondato e gestito da Shavers.

Il sospetto ha offerto e venduto investimenti denominati in Bitcoin attraverso la piattaforma, riuscendo a raccogliere almeno 700.000 BTC, un valore che equivale a quasi 63 milioni di dollari ai prezzi odierni. I sospetti erano evidenti, ma la SEC era in attesa di un parere giudiziario in merito. Infine, il giudice ha rilasciato il seguente parere:

È chiaro che Bitcoin può essere utilizzato come denaro. Può essere utilizzato per acquistare beni o servizi e, come affermato da Shavers, per pagare le spese di soggiorno individuali. L’unica limitazione di Bitcoin è che è limitato a quei luoghi che lo accettano come valuta. Tuttavia, può anche essere scambiato con valute convenzionali, come il dollaro USA, l’euro, lo yen e lo yuan. Pertanto, Bitcoin è una valuta o una forma di denaro e gli investitori che desiderano investire in BTCST hanno fornito un investimento di denaro.

Bitcoin Examiner ha parlato con Marco Santori, presidente del Comitato per gli affari regolatori al Fondazione Bitcoin, su questo problema. “È importante distinguere tra l’affermazione” Bitcoin è denaro “e” Bitcoin può essere utilizzato come denaro “. Non credo sia controverso affermare che “Bitcoin può essere usato come denaro”. Le persone usano sempre i Bitcoin al posto del denaro. Penso che questa affermazione limitata e funzionale sia ovvia “, ha detto l’avvocato.

Tuttavia, “la controversa affermazione è se Bitcoin sia denaro. Quando tutto è stato detto e fatto, Bitcoin è tutto e solo quello che è. Il modo in cui scegliamo di spiegarlo alle persone dipenderà dalla metafora che scegliamo: denaro, valuta, libro mastro condiviso, merce, denaro peer-to-peer, oro elettronico: scegli la tua astrazione “.

Ma cosa significa questa decisione per il futuro della criptovaluta? Secondo l’esperto, questa deve essere vista come una decisione isolata. “La Corte stava determinando una questione preliminare molto ristretta: se gli investimenti denominati in Bitcoin fossero” titoli “in modo da rientrare nella giurisdizione dei tribunali federali degli Stati Uniti. Per essere una “sicurezza”, il prodotto deve essere “un investimento di denaro”. La Corte ha rilevato che, a tal fine, “Bitcoin è una valuta o una forma di denaro”. Tecnicamente, si tratta di una partecipazione molto limitata che dovrebbe applicarsi solo a una serie ristretta di casi di titoli“, Spiega Marco Santori.

Tuttavia, l’opinione del giudice Mazzant potrebbe aprire la strada a un cambiamento nel mondo delle criptovalute. “In pratica, però, avvocati, giudici, politici e regolatori ci si può aspettare che lo utilizzi come un precedente molto ampio. Ad esempio, un regolatore finanziario può utilizzarlo per sostenere la propria posizione secondo cui lo scambio di Bitcoin dovrebbe richiedere una licenza di trasmissione di denaro. Un avvocato potrebbe usarlo per convincere un giudice in uno stato diverso che i Bitcoin rubati dal suo cliente avevano un valore reale, il che sosterrebbe una richiesta di risarcimento danni. Le implicazioni sono di vasta portata ”, aggiunge.

La domanda principale è: come considererà il sistema legale nordamericano un caso come questo? Secondo Marco Santori, “sei mesi fa, ‘Bitcoin non sono regolamentati’ avrebbe potuto essere una dichiarazione corretta. Oggi, semplicemente non è vero negli Stati Uniti “.

Il presidente del Comitato per gli affari regolatori afferma che “molte giurisdizioni non statunitensi hanno deciso di non regolamentare i trasferimenti di Bitcoin per il momento. Ciò potrebbe (e probabilmente cambierà) man mano che Bitcoin guadagna un’accettazione più diffusa. L’Inghilterra e la Germania, ad esempio, hanno adottato un approccio “aspetta e guarda”. Qui e ora, negli Stati Uniti, tuttavia, l’industria dei Bitcoin è esplicitamente regolamentata da più di un’agenzia governativa. Mesi fa, sapevamo che il Dipartimento del Tesoro aveva scelto di regolamentarlo. Ora sappiamo che anche la Securities and Exchange Commission lo regolerà “.

#Crypto ExchangeBenefits

1

Binance
Best exchange


VISIT SITE
  • ? The worlds biggest bitcoin exchange and altcoin crypto exchange in the world by volume.
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

2

Coinbase
Ideal for newbies


Visit SITE
  • Coinbase is the largest U.S.-based cryptocurrency exchange, trading more than 30 cryptocurrencies.
  • Very high liquidity
  • Extremely simple user interface

3

eToro
Crypto + Trading

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.
Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me