Perdite di Ashley Madison: cosa fare di fronte al ricatto di Bitcoin

Se hai seguito le notizie di tecnologia, avrai sicuramente sentito parlare delle perdite di Ashley Madison. Gli hacker – in qualche modo, in qualche modo – accesso protetto alle informazioni di identificazione di circa 37 milioni di utenti di Ashley Madison, e ora hanno rilasciato queste informazioni al mondo.

ashley madison bitcoinAshley Madison è un sito di incontri online specifico per le persone che desiderano avere una relazione, quindi come puoi immaginare le informazioni di identificazione appartenenti agli utenti sono informazioni altamente sensibili.

Adesso, gli artisti dell’estorsione stanno usando queste informazioni per ricattare le persone e chiedono il pagamento in Bitcoin. Le e-mail sono circolate sul Web, con almeno un artista di estorsioni che richiede il pagamento di esattamente 1.0000 volte BTC. L’estorsore sta usando quantità leggermente diverse di Bitcoin (quindi 1.00001 o 1.000002) per identificare chi ha pagato cosa. Usando la criptovaluta, questo estorsore sta rendendo quasi impossibile rintracciarlo.

[tweet_box design = “box_02 ″] Se sei il bersaglio di uno schema di estorsione di Ashley Madison, ecco un semplice consiglio: non pagare nessuno che cerchi di estorcerti. [/ tweet_box]

Non è troppo difficile sostenere che Bitcoin sia stato un grande guadagno netto per gli utenti. Commissioni di transazione basse, maggiore privacy, un modo efficace per archiviare in modo sicuro la ricchezza (se gestita correttamente): l’elenco dei vantaggi per gli utenti finali può continuare all’infinito. Ovunque sia coinvolto il denaro, tuttavia, puoi scommettere che c’è un lato oscuro nei benefici.

Quando si tratta di Bitcoin, la valuta completamente digitale sta diventando una scelta popolare per le persone che intraprendono attività illegali. Bitcoin ha già guadagnato una reputazione per aver facilitato il traffico di droga e altre attività illecite attraverso siti web come Silk Road, ma forse il rischio maggiore per gli utenti finali è l’estorsione. Si scopre che molte delle qualità che rendono Bitcoin ottimo per gli utenti finali regolari, lo rendono anche la valuta preferita dagli estorsori.

Due parole di consiglio alle vittime di Ashley Madison: non pagare

È possibile che ti sia imbattuto in questo articolo dopo esserti trovato il bersaglio di uno schema di estorsione di Ashley Madison. È davvero un peccato, ma ho qualche consiglio per te: non pagare nessuno che cerchi di estorcerti. Non sto cercando di prendere un alto livello morale qui, ma più di essere pragmatico.

Tutte le informazioni dalle fughe di notizie di Ashley Madison sono state rese disponibili pubblicamente e facili da cercare. Se la tua dolce metà vuole controllare il tuo indirizzo email, non ci vorrà molto impegno. In questo momento è facile cercare nell’enorme mucchio di dati di Ashley Madison quanto lo è in una rubrica telefonica online o su Facebook.

Il fatto è, anche se paghi l’estorsore, non c’è nulla che impedisca a un altro estorsore di ricattarti, o forse lo stesso tornerà chiedendo un secondo round di pagamenti. E nonostante ciò che qualsiasi hacker o estorsore potrebbe affermare, non c’è modo di rimuovere le tue informazioni ora che sono state rese pubbliche.

Esistono altri tipi di estorsione, tuttavia, e in alcuni casi potrebbe essere meglio pagare. Esaminiamo questi scenari.

Con altre forme di estorsione Bitcoin potrebbe pagare per pagare

locker ransomwareNon dovrebbe sorprendere quindi che Bitcoin sia diventato un’opzione popolare per gli hacker online che cercano di estorcere persone. In effetti, uno dei programmi malware più diffusi che affliggono Internet in questo momento è Cryptolocker, e i numerosi derivati ​​che ne sono stati scorporati.

Questi programmi funzionano crittografando file importanti sul tuo computer e minacciando di eliminare tali file a meno che non venga pagato un riscatto entro una certa data. Come lo scandalo Ashley Madison, i tuoi dati sono tenuti in ostaggio, e anche come lo scandalo Ashley Madison, gli estorsori accettano pagamenti solo in Bitcoin. Col passare del tempo, gli hacker e altri scopriranno nuovi modi per tenere in ostaggio dati, hardware e altre cose, e La criptovaluta continuerà probabilmente ad essere il pagamento preferito.

Quindi cosa dovresti fare se e quando i tuoi file sono crittografati? Sfortunatamente, se i dati sono importanti, potresti dover pagare. In caso contrario, i dati potrebbero andare persi. Quando si tratta di malware, il modo migliore per proteggersi è evitare l’infezione in primo luogo. Non scaricare mai nuovo software, soprattutto dallo store Android e da altre fonti non affidabili. Aspetta un mese o due e guarda attentamente le recensioni.

Inoltre, se hai file importanti, dì il prossimo romanzo americano o le tue informazioni fiscali, assicurati di avere backup, inclusi cold storage (unità flash) e cloud. In questo modo, anche se alcuni dei tuoi file vengono compromessi, sarai in grado di recuperare i dati. Potresti anche considerare più difficile hackerare alcuni sistemi operativi, come Linux.

Fin dal suo inizio, Bitcoin è stato l’obiettivo di varie truffe e anche un veicolo per abilitare le truffe per i motivi sopra descritti. Questo non dovrebbe sorprendere: dove ci sono soldi, ci saranno persone che cercano di rubare quei soldi, sfortunatamente.

Questo non è necessariamente un colpo contro Bitcoin. Con o senza la valuta completamente digitale, hacker ed estorsori troveranno un modo per rubare denaro, ma è un problema di cui tutti, indipendentemente dal fatto che utilizzino Bitcoin o meno, dovrebbero essere consapevoli.

Bitcoin: la valuta perfetta per l’estorsione

Allora perché l’estorsione di Bitcoin sta diventando così popolare? Perché la valuta digitale è uno strumento quasi perfetto per l’estorsione. Tutte queste caratteristiche di anonimato che gli utenti di Bitcoin amano rendono molto difficile per le autorità legali o per chiunque altro tracciare il flusso dei pagamenti. Ciò è particolarmente vero per la maggior parte delle persone che saranno abbastanza intelligenti da gestire uno schema di estorsione.

Il vecchio cliché del film di dover portare una borsa piena di banconote non contrassegnate in qualche luogo nascosto è ora obsoleto. Bitcoin automatizza tutto questo e lo rende incredibilmente facile. È quasi impossibile rintracciare la posizione o l’identità delle persone che utilizzano transazioni Bitcoin, soprattutto se vengono prese le misure di sicurezza adeguate. Chi possiede ciò che Bitcoin rimane anche completamente anonimo.

Sommando il tutto è quasi impossibile risalire all’identità della persona o dell’organizzazione che accetta i pagamenti in Bitcoin. Ciò significa che i funzionari delle forze dell’ordine quasi certamente non saranno in grado di rintracciare un artista di estorsioni che chiede il pagamento in Bitcoin. Ecco perché la vigilanza e le misure preventive sono così importanti.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me