Riepilogo settimanale: Coinbase acquista Blockr.io, l’Australia rilascia le regole BTC e gli scambi cinesi fanno una mossa

Benvenuti all’ultimo riepilogo settimanale di Bitcoin Examiner con le principali notizie che hanno fatto notizia durante la scorsa settimana.

KnCMiner vende i chip Jupiter direttamente al pubblico

5440_bigIl produttore di hardware per il mining di Bitcoin KnCMiner ha recentemente annunciato che sta vendendo i suoi chip Jupiter crunching al pubblico in set di 200. La nuova opzione di acquisto consente ai minatori di sostituire i chip invece di intere schede in caso di malfunzionamento o aggiornamento, mentre acquistano attrezzature a un prezzo basso prezzo.

I chip Jupiter da 28 nm SHA256-crunching – che vengono venduti in set di 200 al costo di $ 5.400 e saranno spediti da magazzino entro 48 ore – sono stati inizialmente resi disponibili al pubblico durante questa settimana.

Articolo completo

LakeBTC Exchange lancia l’app di trading Bitcoin basata su browser

LakeBTC, l’exchange di criptovalute con sede in Cina, ha lanciato un nuovo strumento di trading HTML5 chiamato LakeTrader.

LakeTrader è un’app in-browser (e quindi multipiattaforma) che consente ai trader di visualizzare i dati del book degli ordini, la cronologia degli scambi e gli ordini aperti, insieme a una serie di potenti strumenti grafici che consentono sia l’analisi tecnica che il trading con un clic.

Fonte: Coindesk

Coinbase acquista il popolare servizio di esplorazione dei blocchi Blockr.io

coinbase1Coinbase ha annunciato questa settimana di aver acquisito il popolare servizio di esplorazione di blocchi Blockr.io. Il servizio relativo alla criptovaluta è descritto da Coinbase come uno strumento che “analizza la blockchain di Bitcoin e presenta i dati agli utenti in modo facile da leggere” sfruttando al massimo il suo “design elegante e intuitivo e API”.

“Man mano che Coinbase continua a crescere, teniamo sempre d’occhio le altre società e individui che fanno ondate di valuta digitale e contribuiscono a rendere Bitcoin facile da usare”, si legge nel blog più recente pubblicato dalla società. Secondo Coinbase, Blockr.io soddisfa perfettamente tutti questi requisiti.

Articolo completo

Bitcoin Foundation rilascia documenti per le aziende BTC

La Bitcoin Foundation ha rilasciato un nuovo documento intitolato “A Primer on Bitcoin Jurisdiction”, un documento che la fondazione ha reso disponibile gratuitamente online questa settimana per aiutare i suoi membri e altre startup di criptovaluta ad affrontare i loro obblighi legali.

Il rapporto è stato commissionato da Robert A. McFarlane, un partner dell’ufficio di Hanson Bridgett LLP a San Francisco, per mostrare alle aziende le misure che potrebbero intraprendere per evitare di sottoporsi a regolamenti o azioni legali in stati che non sono compatibili con i Bitcoin.

Fonte: CoinTelegraph

I Bitcoiners possono ora utilizzare LibraTax per calcolare gli obblighi fiscali

Incontra LibraTax, il primo strumento di calcolo delle tasse compatibile con Bitcoin creato appositamente per tutti i trader di criptovalute e società correlate. O almeno per quelli che intendono segnalare la propria attività Bitcoin alle autorità ufficiali.

A differenza di altri strumenti simili progettati per funzionare con la valuta fiat, LibraTax è un servizio basato su cloud che esegue la scansione della blockchain di Bitcoin per determinare quanto hai guadagnato o perso durante l’acquisto o la vendita di BTC.

Articolo completo

L’open exchange di San Francisco mira ad essere l’e-trade di Bitcoin

La startup San Francisco Open Exchange (SFOX) sostenuta da Y Combinator è una piattaforma di trading online che aiuta le persone a trovare i migliori prezzi di Bitcoin in varie borse. In altre parole, vorrebbe aiutarti a comprare, vendere e investire in scambi di Bitcoin un po ‘come e l’investitore acquista e vende azioni su E-Trade.

Il co-fondatore Akbar Thobhani ha lasciato il suo lavoro in Airbnb per creare questa piattaforma. Tuttavia, ha presto scoperto che l’utilizzo di Bitcoin era ancora più costoso rispetto all’utilizzo di carte di credito. Questo perché non c’è molta trasparenza. Quindi ha iniziato a pensare che se fosse riuscito a trovare un modo per confrontare i prezzi, questo avrebbe aiutato a guidare l’adozione diffusa per il mercato Bitcoin.

Fonte: Techcrunch

L’ufficio delle imposte australiano (finalmente) rilascia le linee guida sui Bitcoin

800px-Australian_flag_fullmastL’Australian Taxation Office (ATO) ha rilasciato alcune linee guida molto attese per quanto riguarda le tasse relative a Bitcoin. La comunità delle criptovalute sapeva già che l’autorità stava lavorando ad alcune nuove regole e il momento del rilascio ha davvero molto senso con le linee guida pubblicate insieme alle dichiarazioni dei redditi 2013-1014 dell’Australia.

La nuova serie di regolamenti diventa anche pubblica in tempo per guidare il crescente gruppo di Bitcoiners che sta sviluppando la scena crittografica in Australia. L’Australia ha attualmente circa 40.000 utenti BTC attivi, nonché 190 società compatibili con Bitcoin.

Articolo completo

Bitcoin Center NYC mira a creare un incubatore di start-up

Il Bitcoin Center NYC di New York City sta cercando di esplorare nuove frontiere. Il centro, che spesso organizza scambi live e altri eventi di criptovaluta, ha recentemente annunciato piani per “aiutare a finanziare, gestire e coltivare lo slancio per le startup legate a Bitcoin”.

Il centro – situato a soli 30 metri dalla Borsa di New York – afferma che il loro piano è quello di fornire un posto di lavoro, supporto tecnico e coordinamento di eventi nel tentativo di dare alle startup selezionate un vantaggio sulla concorrenza. Ovviamente non tutte le startup saranno accettate nel programma.

Fonte: NewsBTC

Tre principali scambi di BTC cinesi annunciano il rilascio completo di soluzioni a prova di riserva

800px-Bitcoin_-challenge_coin-Tre dei più grandi scambi cinesi di Bitcoin – BTCChina, Huobi e OKCoin – hanno recentemente deciso di annunciare alcune importanti novità.

Le società rilasceranno le sue soluzioni a prova di riserva al 100%, il che significa maggiore trasparenza per gli utenti e anche per l’ecosistema Bitcoin. BTCChina è stato il primo exchange ad annunciare la buona notizia sul sito web della piattaforma.

Articolo completo

Dell potrebbe espandere l’accettazione di Bitcoin in Brasile?

Il gigante della produzione di computer Dell ha fatto notizia non molto tempo fa per aver deciso di accettare Bitcoin nel loro negozio online apparentemente all’improvviso. E ora, a quanto pare, stanno cercando di espandere tale accettazione al Brasile.

Questa ipotesi si basa su un tweet dell’account ufficiale Dell in Brasile (scoperto e pubblicato da un utente su Reddit.com), che ha recentemente chiesto agli utenti il ​​loro interesse per la valuta digitale:

Fonte: NewsBTC

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me