Riepilogo settimanale: la Russia blocca i siti Bitcoin, EgoPay blocca i fondi dei clienti e altro ancora

Benvenuto nell’ultima raccolta settimanale di Bitcoin Examiner con le notizie più importanti degli ultimi sette giorni.

La piattaforma Bitcoin Cex.io annuncia una pausa nel cloud mining a causa dei bassi profitti

Sospende temporaneamente i servizi di cloud miningIl chief information officer dello scambio Bitcoin e fornitore di servizi di mining CEX.IO ha annunciato che la società sta sospendendo il cloud mining a causa dei bassi profitti che vengono generati al momento.

Jeffrey Smith ha detto su Twitter che “tenendo conto del calo dei prezzi di Bitcoin e dell’aumento della difficoltà, metteremo in pausa il cloud mining dopo il prossimo aumento della difficoltà”. Il prezzo della criptovaluta più famosa al mondo era di poco superiore a $ 268 al momento della scrittura.

Articolo completo

Le nuove ambasciate Bitcoin in Asia portano il totale mondiale a 17

Due nuove “ambasciate Bitcoin” asiatiche aperte la scorsa settimana a Seoul e Tokyo, con la missione condivisa di portare il messaggio di Bitcoin a un pubblico più generale.

Ora ci sono 17 centri di questo tipo in tutto il mondo, in tutte le principali regioni tranne l’Africa. Tuttavia, l’organizzazione dietro il movimento è attualmente in trattative per istituire ambasciate sia lì che in Medio Oriente.

Fonte: Coindesk

Il Regno Unito potrebbe tentare di porre fine all’anonimato nelle transazioni Bitcoin

Una proposta di legge britannica potrebbe porre fine all’anonimato nelle transazioni Bitcoin registrando tutti i contenuti a cui si accede tramite gli ISP del Regno Unito. Ciò lascerà solo servizi come DarkWallet come opzioni veramente anonime, ponendoli saldamente nel mirino dei legislatori britannici che cercano “il potere legale di entrare nelle comunicazioni crittografate di sospetti terroristi”.

Intervenendo sulla scia degli attacchi terroristici di Parigi negli uffici di Charlie Hebdo e in un supermercato kosher, il primo ministro britannico David Cameron ha chiesto ulteriori poteri per assistere la polizia e i servizi di intelligence nel tracciare e monitorare le comunicazioni online e mobili nel Regno Unito.

Fonte: CoinTelegraph

Il cane da guardia russo blocca i siti Bitcoin per fermare la “crescita dell’economia sommersa”

RussiaCinque siti web di Bitcoin sono stati bloccati in Russia dal regolatore delle telecomunicazioni del paese Roskomnadzor. Il cane da guardia dei media ha ordinato ai fornitori di servizi Internet locali di limitare l’accesso a questi cinque siti a seguito di un’ordinanza del tribunale emessa nel settembre 2014.

Le autorità russe stanno combattendo per fermare la diffusione della criptovaluta, che secondo quanto riferito “contribuisce alla crescita dell’economia sommersa”. La dichiarazione è inclusa nella decisione del tribunale originale, che è stata pubblicata su TJournal.ru.

Articolo completo

La prossima asta di Bitcoin di US Marshals potrebbe essere tenuta nel primo trimestre

L’US Marshals Service (USMS) ha rivelato che la sua prossima asta di Bitcoin potrebbe aver luogo nel primo trimestre del 2015. L’agenzia federale incaricata di gestire i beni sequestrati durante le indagini penali ha finora messo all’asta quasi 80.000 BTC confiscati durante la chiusura dell’FBI. -famoso mercato nero online Silk Road.

L’USMS non ha rivelato ulteriori dettagli sui tempi a CoinDesk, affermando solo: “Prevediamo che terremo un’altra asta di Bitcoin nel primo trimestre di quest’anno.

Fonte: Coindesk

Bitcoin Foundation per promuovere lo sviluppo di base attraverso una nuova serie di eventi

BitcoinLa Bitcoin Foundation sta lanciando una nuova serie di eventi per supportare il futuro sviluppo del core della criptovaluta. Il primo evento per gli sviluppatori si tiene a Boston (Stati Uniti) l’11 febbraio.

DevCore Boston invita “tutti gli sviluppatori interessati ad approfondire la propria esperienza tecnica per supportare il futuro sviluppo del core Bitcoin”. La riunione si svolgerà presso la District Hall di Boston dalle 8:30 alle 16:00 (EDT).

Articolo completo

Tim Draper, Nas sostiene BlockCypher, produttore di API Bitcoin, in un round da 3 milioni di dollari

BlockCypher ha raccolto più di 3 milioni di dollari in un round di finanziamento iniziale che gli consentirà di espandere le sue operazioni in Europa e in Asia. Tim Draper e AME Cloud Ventures, cofondatore di Yahoo Jerry Yang, sono tra i tanti che hanno investito nel round. Altri partecipanti includevano Boost VC, 500 Startup, Crypto Currency Partners, New Enterprise Associates (NEA), artista hip-hop e VC Nasir Jones, Jesse Draper e Shawn Byers.

Con questo ultimo round di finanziamento, Blockcypher ha affermato che ora può cercare di fornire ai clienti analisi più approfondite pur continuando a creare servizi e investire in scalabilità e sicurezza. Il round coincide con il rilascio da parte della società di un block explorer open source che metterà in mostra quattro diverse criptovalute: Bitcoin, Litecoin, Dogecoin e BlockCypher Testnet.

Fonte: Coindesk

Gli utenti russi di Bitcoin sono arrabbiati per la censura

Il 13 gennaio, l’organismo di regolamentazione russo per i media e le comunicazioni di massa Roskomnadzor? Ha aggiunto cinque siti web di criptovaluta al suo elenco di siti web vietati nel paese. Tra questi c’era il popolare e ampiamente utilizzato sito web Bitco? In.org. Secondo Igor Chepkasov, presidente della Crypto Currencies Foundation in Russia (CCFR), che promuove l’uso di Bitcoin e altre criptovalute nel paese, “i proprietari dei siti web non hanno ricevuto alcun avvertimento dalle autorità”.

La decisione fa riferimento a una sentenza del tribunale del 30 settembre – adottata nella remota città di Nevyansk nella regione di Sverdlovsk – in cui si afferma che l’uso del denaro virtuale “contribuisce alla crescita dell’economia sommersa e non può essere utilizzato dai cittadini e dagli organi territorio della Federazione Russa “.

Fonte: scheda madre

Coinplug per lanciare lo schema Bitcoin per minimarket più grande del mondo

La società di servizi Bitcoin sudcoreana Coinplug sta lanciando un servizio di acquisto di Bitcoin prepagato a circa 24.000 negozi in tutto il paese, con 8.000 negozi 7-Eleven già partecipanti.

L’azienda afferma che il suo servizio “okBitcard” sarà in vendita in altre grandi catene entro la fine di gennaio. Con quei numeri, ad oggi sarà la distribuzione del suo genere più diffusa al mondo. Le carte fisiche verranno stampate alla fine di febbraio con valori fiat di 10.000, 30.000 e 50.000 won sudcoreani (circa $ 10, $ 30 e $ 50). Per proteggersi dai furti e far fronte al prezzo imprevedibile di Bitcoin, le carte vengono attivate solo al punto vendita.

Fonte: Coindesk

Il processore di pagamento Bitcoin Egopay congela il fondo tra le voci di gioco scorretto

xcvxcIl processore di pagamento Bitcoin EgoPay ha congelato i fondi appartenenti a diversi clienti a seguito di una serie di problemi iniziati a dicembre dello scorso anno.

Alcuni degli account ora congelati appartengono a grandi nomi del settore delle criptovalute come Bitmarket.pl e BTC-e. Quest’ultimo in realtà ha denunciato questo giovedì (15) che EgoPay sta trattenendo fondi, negando a BTC-e l’accesso a $ 80.000. Lo scambio ha detto a Coindesk che EgoPay aveva messo questa somma in un “portafoglio congelato”.

Articolo completo

Barone di Mt Gox Bitcoin: non ero il boss di Silk Road Dread Pirate Roberts

Mark Karpeles, il capo dell’exchange di Bitcoin crollato Mt Gox, ha negato di essere, o di essere stato, Dread Pirate Roberts, la mente anonima del bazar online della droga Silk Road. L’accusa a sorpresa, secondo cui Karpeles gestiva il sito web illegale, è emersa durante il processo in corso a Ross Ulbricht, accusato di gestire Silk Road, un suk della malavita nascosto nella rete Tor dove i narcotici sono stati scambiati con Bitcoin.

Giovedì, in una svolta surreale, l’agente speciale del Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti Jared Deryeghiayan ha confermato a un tribunale di New York che Karpeles era stato indagato nel 2012 come possibile amministratore di Silk Road: è stato persino richiesto un mandato per cercare nel suo account Gmail così com’era. credeva che Karpeles stesse gestendo Silk Road per aumentare il valore di Bitcoin e quindi il suo scambio, Mt Gox, giornalisti che coprivano il rapporto del processo.

Fonte: The Register

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me